APPUNTI PER UNA MOSTRA:MYSTERIUM INEFFABILE

Il viaggio dell’ ”Impossibile”

Impossibile è il nome del Battello sul quale, la spedizione capitanata da Pierre Sogol, nel romanzo “Il Monte Analogo “ di Renè Daumal, s’imbarca per andare alla ricerca della“Cima più alta del Mondo”.   Bisogna essere davvero grandi sognatori, per avventurarsi in un’impresa così impegnativa salpando con un’imbarcazione che porta tale nome , ma è proprio l’impossibile che fa la differenza tra chi desidera e chi sogna. Ormai si sa,nel Mondo attuale si può comprare tutto, anche i sogni a basso costo.In questi tempi, dove  le avventure hanno prezzi accessibili e i viaggi organizzati includono nel pacchetto-offerta, anche il brivido dell’imprevisto-calcolato, la sfida dell’ “Impossibile” ci indica un nuovo segno. Il viaggio organizzato è la prevedibile evasione dalla routine, una ventata di fantasia a buon mercato,la metafora contenuta ne “Il Monte Analogo”,invece,no!Il racconto c’invita a scalare montagne interiori “…..è una strada dove l’ultimo passo dipende dal primo….” Nulla emoziona più di un grande sogno,un sogno vero.   Si abusa della parola sogno  per vendere un’auto, per vendere un vestito, per acquistare un cellulare, nel cercare un nuovo fidanzato. Sono sogni questi ?  Questi sono piccoli desideri, piccoli traguardi. Sono convinta che i veri sogni, sono quelli che non sempre raggiungono il traguardo, quelli che continuano ad alimentare la nostra immaginazione, quelli che contengano in sé qualcosa d’incompiuto…..   Penso ad una grande Cattedrale, e penso che spesso ci volevano secoli per costruirla e che chi l’aveva progettata non riusciva  a vederla finita. Erano altre, le persone che la portavano a termine.  Chi l’aveva progettata, sognata, amata, l’aveva già vista; la portava nel cuore in ogni dettaglio e chiudendo gli occhi, la poteva sognare. Così, sono le opere degli uomini che sanno amare:sono come Cattedrali !!!!!   Sono le opere degli uomini che lottano per un mondo migliore e non lo fanno solo per sé stessi, non cercano il profitto. Quel Mondo Migliore lo “vedono” e ce lo indicano, anche se a volte, loro, non possono goderne. Sono i “Grandi Sognatori”, viaggiatori in tutte le dimensioni: Viaggiatori dell’Impossibile. A volte volte cominciano da un frammento, a volte da un’intuizione. Sono medici, architetti, pittori, musicisti, scrittori, scienziati, contadini, operai, uomini di legge, ricercatori.  Sono uomini in viaggioIn questa mostra, che è un viaggio immaginario, c’è “Un bosco di carta”.  Nel Bosco c’è un’Allodola consapevole di essere un disegno,però vuole cantare. C’è anche  una barchetta di carta che si chiama” Impossibile”,però va molto lontano, rischia in ogni momento di essere travolta dalle onde, ma non si ferma. Viaggia verso “Isole Immaginarie” che esistono davvero, però, solo nella letteratura e c’è una Montagna: ”Il Monte Analogo”. Chi vede questi dipinti non può dire:” Che belle queste Montagne sembrano vere!…..”Queste Montagne non vogliono essere vere perché sono metafore.   Sono Analogie. Però si possono ”scalare con gli occhi” oppure si possono cantare, per essere fedeli a  Renè Daumal che scrive:”….non potendo percorrere le Montagne io le canterò dal basso….”Renè Daumal è stato un vero sognatore! Il suo romanzo infatti non si sa come va a finire, perché l’autore è morto al quinto capitolo…… noi, comunque, il viaggio lo continuiamo ”analogamente” per lui. Viaggiamo verso un mistero, e quel mistero siamo noi.                   (Laura Pitscheider)

LEGGI” anche  “LA GRIGNA AL CONTRARIO” Archiviato come Appunti di un incisore)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...